Vivere con l’asma in quanto donna

Gravidanza

Se hai l’asma e sei incinta o stai pianificando una gravidanza, potresti chiederti cosa succederà ai tuoi sintomi e al trattamento. Durante la gravidanza, i sintomi dell’asma possono rimanere gli stessi, peggiorare o addirittura migliorare!

La cosa più importante è continuare a gestire la tua asma!

  • Monitora la tua asma con particolare attenzione, discuti del tuo trattamento con il medico
    • Il trattamento anti-infiammatorio dell’asma dovrebbe essere continuato durante la gravidanza. Smetterlo aumenta il rischio per il bambino e per te.
    • Molte donne hanno preoccupazioni sull’uso dei farmaci in gravidanza, ma i sintomi e gli attacchi d’asma sono un rischio molto maggiore per il bambino rispetto ai trattamenti per l’asma.
    • Soprattutto durante il secondo trimestre, dovresti essere consapevole che il rischio di attacchi d’asma potrebbe aumentare. Ciò può essere dovuto a cambiamenti ormonali o alla cessazione o riduzione dei farmaci per l’asma.
    • Se l’asma rimane ben controllata durante la gravidanza, c’è poco o nessun aumento del rischio di complicazioni.
  • Rivedi il tuo piano d’azione scritto per l’asma
    Dovresti vedere regolarmente il tuo operatore sanitario per verificare il trattamento, la tua tecnica di inalazione e aggiornare il tuo piano d’azione scritto per l’asma. Consulta immediatamente il tuo operatore sanitario se noti sintomi o cambiamenti durante la gravidanza.
  • Smetti di fumare!
    Fumare o essere esposti al fumo passivo mentre sei incinta dovrebbe sempre essere evitato perché aumenta il rischio di aborto spontaneo e parto prematuro. Inoltre, il tuo bambino ha più probabilità di avere problemi respiratori, compresa l’asma.
  • Fatti vaccinare contro l’influenza
    Le donne incinte e le persone con asma sembrano essere particolarmente suscettibili agli effetti delle infezioni virali delle vie respiratorie, compresa l’influenza.
  • Informa il tuo ginecologo o la tua ostetrica se hai l’asma
    Avere un attacco d’asma durante il parto non è un evento comune. In caso di attacco, puoi gestirlo usando il tuo inalatore di soccorso. Il tuo ginecologo o la tua ostetrica sanno come aiutarti se hai sintomi d’asma durante il travaglio.

Rischio di sviluppo dell'asma per il feto

Durante la gravidanza e nei primi anni di vita, una combinazione di fattori genetici ed ambientali può svolgere un ruolo nello sviluppo dell’asma nei bambini. Le misure preventive possono ridurre il rischio che il feto sviluppi l’asma, come:

  • Evitare il fumo e l’esposizione al fumo di seconda mano durante la gravidanza e dopo il parto è la prima e più importante misura da adottare.
  • Parto naturale se possibile.
  • Identificazione e correzione dell’insufficienza di vitamina D durante la gravidanza.
  • Evitare l’uso di antibiotici ad ampio spettro durante il primo anno di vita, a meno che non sia strettamente necessario.
  • L’allattamento al seno è raccomandato per i suoi benefici complessivi sulla salute del bambino.

Asma e ciclo mestruale

La tua asma potrebbe peggiorare durante la fase premestruale, di solito una o due settimane prima del periodo, a causa dei cambiamenti ormonali. Questo è chiamato “asma catameniale”. In questo caso, oltre al tuo normale trattamento per l’asma, il medico potrebbe consigliarti di prendere contraccettivi orali e/o altri farmaci che possono aiutarti a gestire la tua asma.

Utilizza il tuo diario giornaliero dell’asma per annotare qualsiasi cambiamento legato alla tua asma e al tuo ciclo. Se sperimenti l’asma  come sindrome premestruale, questo dovrebbe essere incluso nel tuo piano d’azione per l’asma.

Maggiori informazioni su #aboutasthma
Asma, COVID-19 e altre infezioni
Posso prevenire gli attacchi d’asma?
Tipi di asma
Vivere con l’asma da adulto
This site is registered on wpml.org as a development site. Switch to a production site key to remove this banner.