La mia asma è sotto controllo?

Tra la maggior parte delle persone con asma, la terapia corretta consente di mantenere l’asma sotto controllo. La valutazione del controllo dell’asma include la verifica del controllo dei sintomi e la valutazione del rischio di avere problemi futuri, compresi gli attacchi d’asma.

Per valutare il controllo dei sintomi, il medico ti porrà le seguenti domande riguardo le ultime quattro settimane:

  1. Quanto frequenti sono stati i tuoi sintomi d’asma?
  2. Hai avuto risvegli notturni a causa dell’asma?
  3. Hai avuto limitazioni delle tue attivitá quotidiane (studio, lavoro, sport, etc) a causa dell’asma?
  4. Se usi un inalatore di soccorso, con quale frequenza lo usi per alleviare i tuoi sintomi? In questo caso senza includere l’inalatore di soccorso assunto di routine prima dell’esercizio fisico.

Il controllo dell’asma non significa esclusivamente controllare i sintomi, poiché i pazienti che hanno sintomi d’asma poco frequenti possono comunque avere attacchi d’asma gravi. Il medico valuterà anche il tuo rischio di problemi futuri, in particolare esacerbazioni (attacchi), limitazione persistente del flusso d’aria ed effetti collaterali dei farmaci.

Attacchi d’asma gravi (esacerbazioni)

I seguenti fattori che possono essere facilmente identificati dal tuo medico possono aumentare il tuo rischio di attacchi d’asma gravi:

  • I tuoi sintomi d’asma non sono sotto controllo.
  • Hai avuto uno o più attacchi gravi nell’anno precedente.
  • Non ti è stato prescritto un medicinale contenente corticosteroidi inalatori.
  • Non segui il trattamento prescritto contenente corticosteroidi inalatori.
  • Non sei in grado di usare correttamente il tuo inalatore.
  • Usi più di due inalatori SABA in un anno.
  • Oltre all’asma, soffri di sinusite cronica, obesità, malattia da reflusso o allergia alimentare confermata.
  • Sei un fumatore.
  • Sei esposto all’inquinamento dell’aria dentro o fuori casa.
  • Hai problemi sociali o economici che interferiscono con la tua capacità di accedere alle cure mediche e ai farmaci.

Nei bambini, il rischio di attacchi d’asma gravi è aumentato anche se non stanno ricevendo la terapia con corticosteroidi inalatori e se hanno anche altri tipi di malattie allergiche come le allergie alimentari. È stato riscontrato che i bambini che vivono in povertà hanno un rischio più elevato di attacchi d’asma gravi.

Parla con il tuo medico se tu o tuo figlio avete uno di questi problemi, perché molti possono essere trattati.

Limitazione persistente del flusso d’aria

Con l’avanzare dell’età, i risultati dei test di funzionalità polmonare diminuiscono gradualmente. Tuttavia, una piccola percentuale di persone con asma ha una diminuzione più rapida del solito della loro funzione polmonare e sviluppa una limitazione persistente del flusso d’aria. Ciò significa che la loro limitazione della funzione polmonare non risponde più ai farmaci per l’asma come quando erano più giovani. I seguenti fattori aumentano la probabilità che tu possa sviluppare una limitazione persistente del flusso d’aria:

  • Esposizione al fumo di sigaretta o a sostanze chimiche.
  • Tosse con muco ogni giorno.
  • Persone che non assumono un farmaco contenente corticosteroidi inalatori e che hanno attacchi d’asma.

Gli effetti collaterali dei farmaci

I farmaci per l’asma dovrebbero sempre essere prescritti dal tuo medico. Segui attentamente le indicazioni del tuo operatore sanitario sulla dose e sulla tecnica dell’inalatore.

In base al livello di controllo e ai fattori di rischio, il tuo medico può aiutarti a prendere le misure adeguate per gestire meglio l’asma.

Maggiori informazioni su #aboutasthma
Si tratta di asma?
Posso prevenire gli attacchi d’asma?
Padroneggia il tuo piano d’azione per l’asma
Vivere con l’asma da adulto
This site is registered on wpml.org as a development site. Switch to a production site key to remove this banner.